Il binge watching diventa binge racing: si diffonde la nuova moda di finire la serie tv il più velocemente possibile. Nato come evoluzione del binge watching, il binge racing sta diventando oggi un fenomeno sempre più coinvolgente tra le persone.

Il binge watching si evolve e diventa binge racing, ma che cosa s’intende esattamente con questo nuovo termine? Da dove nasce? Senza dubbio, a caratterizzare l’era del Web 2.0 c’è la velocità che, per questo specifico caso che andremo a trattare, si applicherà alla pratica di guardare le serie televisive, fatte di numerosi episodi e altrettante intriganti storie.

Ti è mai capitato di guardare uno via l’altro gli episodi della tua serie tv preferita, facendo una vera e propria maratona? Scopriamo allora qui di seguito a che cosa stai andando incontro esattamente.

Ragazza che fa binge racing

Che cos’è il binge racing?

Si potrebbe definire “una grande abbuffata”. Questa volta non di cibo, ma di episodi delle serie tv. Il binge racing consiste nel guardare, consecutivamente e senza interruzioni, diversi episodi di serie TV, il più velocemente possibile. Si era già parlato qualche anno fa di binge watching contestualizzando quegli utenti che passavano più di due ore davanti lo schermo a guardare Netflix o qualsiasi altra piattaforma che permettesse di vedere serie tv come Stranger Things, Game of Thrones, più recente, e molte altre. Spesso sono proprio le stesse piattaforme a far uscire la serie televisiva già completa di tutti gli episodi. Tutto questo ha generato una nuova categoria di spettatori, ovvero i binge racers.

Riguardo il binge watching l’attore Harland Williams dice:”The problem with binge-watching on Netflix is that you lose three days of your life”.

In cosa consiste lo sport del binge racing

Ma in cosa consiste, esattamente, questa gara del binge racing? Si definisce binge racing una pratica non solo caratterizzata dalla visione lampo di un’intera stagione della serie televisiva, ma ci si riferisce alla capacità di un individuo di terminare la visione di una nuova stagione completa nell’arco di 24 ore dalla sua uscita.

Netflix e la coniazione del nuovo termine

Da parecchio tempo, il colosso dello streaming internazionale Netflix è diventato sinonimo di binge watching, proprio perché è stato lui ad averlo scoperto e definito.

I vertici della piattaforma online, analizzando con scrupolosa attenzione le abitudini dei propri utenti, hanno scoperto l’esistenza di una nuova tendenza: la binge racing mania, che letteralmente vuol dire «gara d’abbuffata». Si tratta di una sorta di furore in nome del quale gli utenti Netflix sfidano se stessi a guardare un’intera serie tv originale in appena 24 ore. La pratica, che alcuni hanno bollato come demenziale, è per Brian Wright – vice presidente dei contenuti originali Netflix – motivo di orgoglio.

Il binge racing può essere fatto solo su Netflix in quanto sia, ad oggi, l’unica piattaforma di streaming che fa uscire le stagioni delle serie tv complete di tutti gli episodi, favorendo così la maratona sul divano per finirla.

Binge racing: perché chiamarla una moda compulsiva?

Dietro questo modo di guardare le serie tv c’è sicuramente una forte passione determinata dalle trame particolareggiate e dagli affezionati protagonisti delle storie, ma anche un avvenimento al limite del compulsivo da parte delle persone. Infatti, spesso ci troviamo a renderci conto che non abbiamo pranzato o non ci siamo lavati la faccia, per avere dedicato tanto, forse troppo, tempo alla maratona. Questo fa capire che la visione delle serie televisive coinvolge e sconvolge anche il metro di misura delle priorità degli individui nella propria quotidianità.

Di fatto, guardare serie tv crea dipendenza. Possiamo infatti considerare questa problematica come uno dei mali che affligge molte persone oggi, portando alienazione dalla vita sociale e, nel peggiore dei casi, anche depressione o alterazione della realtà.

Brian Wright, vice presidente delle produzioni originali Netflix, pur supponendo che la passione per le serie tv e la loro conseguente abbuffata di episodi siano abitudini sane, non cita il fatto che la dipendenza da serie tv, se non regolata, potenzialmente potrebbe diventare un problema. Infatti, il fenomeno agli estremi potrebbe davvero diventare nocivo per la salute fisica e psicologica di quanti ne fanno “indigestione”.

Vi sarete resi conto anche voi che, anche se all’inizio vi siete imposti di non farvi prendere dalla brama di “sapere come va a finire”, ora quasi per certo potete affermare di far parte della categoria di quelli “che non possono davvero più farne a meno”, non è vero?

Perché il binge racing funziona?

È molto semplice capire il perché il binge racing funzioni così bene e riesca a diffondersi a macchia d’olio tra i fan. A partire dal fatto che le serie tv siano diventate un universo parallelo per molti dei fan, con personaggi che diventano così reali da considerarli dei veri e propri tele-amici.

La passione le serie tv trova una spiegazione logica nella natura dell’essere umano per cui, come si evince dalla sociologia, sono proprio le storie a caratterizzarci. La specie umana è “programmata” per fantasticare sin dalle sue più remote origini e, come possiamo fortunatamente constatare grazie alle pitture rupestri, è riuscito sempre a farlo con successo grazie alle storie e alla loro narrazione sia orale sia scritta. I fan esistevano, di fatto, già nell’antica Roma e Grecia, quando gli spettattori nelle arene partecipavano con passione agli spettacoli che rappresentavano le imprese di atleti e grandi eroi della mitologia greca e romana.

In buona sostanza, i binge racers, come tutti i fan, con le serie tv cercano emozioni, date dal coinvolgimento in storie avvincenti.

Il binge racer: un nuovo consumatore

Il Binge Racer, perdendo comprensibilmente la cognizione del tempo, manifesta la sua ossessione finendo un’intera serie, anche entro le 24 ore dalla sua uscita, lasciandosi trascinare dalle narrazioni dei registi e dalle imprese dei propri personaggi preferiti. La TV e’ la loro passione, e il binge racing il loro sport.

Su Netflix, tra il 2013 e il 2016, il numero di utenti che hanno finito una serie televisiva entro le prime 24 ore dal suo lancio è cresciuto più di venti volte, da 200mila a 5 milioni di utenti che fanno binge racing.

Capire quale sia la personas che identifica questo nuovo soggetto è davvero difficile da trovare, poiché i soggetti sono tanto vari quanto è ricca la proposta di contenuti di una piattaforma come Netflix. Riguardo questa figura dei binge racers è stata prodotta proprio da Netflix una video intervista di alcuni soggetti che si definiscono parte della categoria.

I paesi più coinvolti nel fenomeno del binge racing

Il binge racing, che ad oggi vanta circa 8,4 milioni di adepti, secondo i dati registrati da Netflix, si sta espandendo velocemente e di giorno in giorno di più, travolgendo quasi tutti i Paesi, come per esempio Stati Uniti, Canada e la Danimarca.

Qui di seguito l’elenco:

  • Canada
  • USA
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Norvegia
  • Germania
  • Messico
  • Australia
  • Svezia
  • Brasile
  • Irlanda
  • Regno Unito
  • Francia
  • Perù
  • Olanda
  • Cile
  • Portogallo
  • Italia
  • Emirati Arabi Uniti

Vediamo dalla classifica che l’Italia si posiziona negli ultimi posti. Il modo di fruire del binge racing, ma soprattutto la quantità, potrebbe però variare aumentando in maniera considerevole il tempo trascorso davanti gli schermi dei computer, dei tablet e dei cellular, che rendono possibile la visione delle serie anche fuori casa.

La classifica delle 20 serie TV più “Binge-Raced”

Secondo i dati Netflix, tra le molte serie tv presenti nella sua offerta di contenuti video, quelle più viste e di cui si fa maggiormente ricorso al binge racing sono 20. Tra i più famosi abbiamo Gilmore Girls, ovvero “Una mamma per amica”, Orange is the New Black, House of Cards e molti altri.

Dunque gli show visti più velocemente sono:

  1. Gilmore Girls: A Year in the Life
  2. Fuller House
  3. The Ranch
  4. Marvel’s The Defenders
  5. The Seven Deadly Sins
  6. Trailer Park Boys
  7. Santa Clarita Diet
  8. F is for Family
  9. Orange is the New Black
  10. Stranger Things
  11. Friends from College
  12. Grace and Frankie
  13. Wet Hot American Summer
  14. Atypical
  15. Unbreakable Kimmy Schmidt
  16. House of Cards
  17. Master of None
  18. Luther
  19. GLOW
  20. Arrested Development

In Italia, le serie tv viste più velocemente sono:

  1. Una mamma per amica: Di nuovo insieme
  2. Marvel’s The Defenders
  3. The Seven Deadly Sins
  4. Atypical
  5. Santa Clarita Diet
  6. Lovesick
  7. Friends from College
  8. Chewing Gum
  9. The Ranch
  10. F is for Family

Un’infografica esplicativa

È possibile visualizzare un’infografica realizzata da Netflix, che illustra in modo completo i diversi dati riguardanti il fenomeno del binge racing.

Biografia

Martina Tommasi, classe 95′, originaria di Oderzo (TV). Ha una laurea triennale in Scienze e Tecniche della Comunicazione Grafica e Multimediali, conseguita all’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE). Durante e dopo gli studi, ha condotto diverse esperienze lavorative sia in Italia che all’estero, seguendo la sua passione per la comunicazione digitale e la fotografia. Attualmente frequenta il corso di laurea magistrale in Web Marketing and Digital Communication  all’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE).